IL PROGETTO


La costituzione del Centro si inserisce in un progetto di ampio respiro focalizzato sugli aspetti genetici, ambientali, alimentari coinvolti nello sviluppo di malattie autoimmuni e allergiche secondo 3 linee progettuali strategiche:
  1. Autoimmunità
  2. Immunità mucosale e microbiota
  3. Allergie
L’obiettivo a lungo termine è che il Centro diventi punto di riferimento scientifico e sanitario di livello internazionale attraverso l’integrazione di attività di ricerca, attività sanitaria e tecnologie di eccellenza.

Obiettivi a breve e medio termine sono:
  • sostenere e incrementare la qualità della ricerca dell’ateneo;
  • favorire il trasferimento tecnologico e la traslazionalità delle ricerche di laboratorio;
  • fornire strumenti e servizi che contribuiscano a migliorare il management clinico dei pazienti.
In linea con questi obiettivi, il progetto ha previsto come “core initiative” la realizzazione di una Infrastruttura di Ricerca (IR) che oggi fornisce le basi logistiche e strumentali per attrarre e aggregare presso il Centro le attività  sia di ricerca accademica che sanitaria ed industriale.
La IR è costituita da un corpo di piattaforme tecnologiche e facilities che, oltre a sostenere le attività di ricerca, sono in in grado di fornire servizi altamente qualificati e supporto all’innovazione per la società e le imprese del territorio.

A completamento della IR, il progetto ha visto l’allestimento di due ulteriori strutture:

- Struttura sanitaria. E' stata realizzata delocalizzando presso il Centro (2° e 3° piano torre nord) gli ambulatori di Reumatologia e Allergologia dell’AOU Maggiore della Carità di Novara, in prima istanza. In futuro si predono altri ambulatori (es.: Celiachia e intolleranze alimentari compatibilmente con la natura e disponibilità di altri locali al 1° piano). Il personale infermieristico e medico sono in carico alla AOU. Le attività principali della struttura attualmente sono:
  • svolgere l’attività clinica corrente (visite, medical recording, counseling, prelievi e diagnosi);
  • gestire gli aspetti regolamentari (consenso informato) e procedurali (campionamento) necessari per la raccolta e il trasferimento dei materiali clinici e biologici;
  • validare e traslare a livello clinico i risultati della ricerca.
- Incubatore di impresa. L’Ateneo si è candidato quale soggetto concessionario dei locali siti al primo piano dell’edificio IPAZIA per svolgere attività di incubazione di impresa. Ad oggi ospita Enne3,  l'incubatore d’impresa universitario certificato ai sensi del DL 221/2012 che si occupa di promuovere e sviluppare progetti d’impresa innovativa dall’attitudine tecnologica, creativa e sociale, con particolare attenzione al territorio del Piemonte Orientale.

Spin-off, start-up e/o unità R&D di aziende affermate, saranno ospitate nel Centro per lo sviluppo di selezionati progetti industriali. A tal riguardo è attiva una convenzione del CAAD con la società Complife Italia (complifegroup.com) e sono già disponibili espressioni di interesse di PMI del territorio.